Una nuova azienda associata al giorno per Conflavoro PMI Rieti

Il presidente territoriale Roberto Rinaldi incontra gli Ordini reatini e la Camera di commercio: “Per ripartire è fondamentale fare rete tra aziende e professionisti”

 

Meeting con commercialisti e consulenti del lavoro

Ogni giorno una nuova azienda associata, due sedi aperte in altrettanti mesi e una terza in dirittura d’arrivo. È un trend molto positivo quello che sta attraversando l’associazione datoriale Conflavoro PMI Rieti, illustrato anche ieri (22 febbraio) dal presidente Roberto Rinaldi ai vertici economici e ai professionisti reatini.
Accompagnato dal segretario Ornella Bianchi e da Roberto Capobianco presidente nazionale di Conflavoro PMI, Rinaldi ha incontrato Vincenzo RegniniAlessandro MorontiRodolfo D’Aquilio, i quali guidano rispettivamente la Camera di commercio e gli Ordini dei commercialisti e dei consulenti del lavoro.

Una rete tra professionisti per rilanciare il territorio reatino

Una serie di appuntamenti individuali, con altri già programmati, ai quali ha partecipato anche una delegazione di imprenditori dell’Emilia Romagna che sta investendo su Rieti. “Per Conflavoro PMI è di importanza centrale – afferma Roberto Rinaldi – la creazione di una rete tra aziende e professionisti. Una rete che strizzi l’occhio anche a mercati esterni a Rieti, ma che creda nelle risorse del nostro territorio e nello sviluppo del suo tessuto economico. La delegazione dell’Emilia Romagna testimonia, per l’appunto, la validità del nostro approccio al mondo del lavoro”.

 

Sburocratizzazione, taglio del costo del lavoro, innovazione: le parole chiave di Conflavoro PMI Rieti

“La visione innovativa di Conflavoro PMI Rieti, infatti, è proprio questa: fare rete per contribuire, ciascuno con le proprie competenze ed esperienze, al rilancio territoriale. Tra gli obiettivi delle nostre azioni, tenendo sempre in piena considerazione il bene dei lavoratori, c’è la riduzione del costo del lavoro, uno dei capitoli più pressanti per le PMI. Ma anche la sburocratizzazione del Paese e del nostro territorio sono fondamentali per ripartire. Serve, infatti, una digitalizzazione davvero efficiente per ridurre gli sprechi e le attese”.
“E gli incentivi”, conclude Roberto Rinaldi. “Di incentivi e sgravi fiscali alle imprese c’è un bisogno enorme. Noi di Conflavoro PMI abbiamo a cuore tutte queste tematiche e i numeri ci stanno dando ragione anche grazie ai servizi efficienti che eroghiamo. Tra cui un nostro contratto collettivo, l’accesso al credito, la consulenza per partecipare ai bandi e molto altro. Si sente forte la volontà degli imprenditori reatini di essere tutelati e supportati da un’associazione che guardi oltre, lontano da dogmi ormai superati che vedono il lavoro come se fossimo ancora fermi al 1950. Noi ci siamo e la nostra missione è supportare concretamente chi oggi riesce, nonostante tutto, a creare lavoro e occupazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *